Il Centrismo-G.Garra

LORENZO MAROTTA

Non è solo un prezioso testo di storia né solo un libro di memorie e neppure un'opera letteraria il volume di Giacomo Garra, Il Centrismo Carthago Acireale 2013. Sottotitolo: dall'affermazione al tramonto in Italia e in Sicilia dagli '40 agli anni '70 del Novecento. Esso riunisce tutti e tre i generi, trovando il lettore puntuali rimandi ad accadimenti storici che hanno determinato importanti scelte politico-istituzionali, arricchiti da ricostruzioni di fatti che hanno il pregio di ricordare particolari, richiamare documenti, indicare testimonianze, resi sempre con l'arguzia e la passione di un uomo che ha vissuto ed attraversato la vicenda politica nazionale e regionale del Novecento per spingersi con lo sguardo fino ai giorni nostri. Un racconto-testimonianza incentrato sul ruolo storico che il Centrismo ha avuto per la rinascita del nostro Paese, uscito sconfitto dalla seconda guerra mondiale ed umiliato dal fascismo. Centrale è la figura di don Luigi Sturzo, fondatore nel 1919 del Partito popolare, divenuto dopo Democrazia Cristiana, la cui visione politica laica, interclassista, con al centro il valore fondante della persona, doveva risultare vincente. Una visione che fu fatta propria da Alcide Da Gasperi che definì la DC «partito di centro che guarda a sinistra» e dallo stesso Mario Scelba che volle denominare la sua corrente come «centrismo popolare». E' lungo questo asse ideale che l'Autore ripercorre le tappe delle principali vicende della nostra storia, dallo sbarco anglo-americano in Sicilia alla nascita della Democrazia Cristiana, dal Referendum del 1946 tra Monarchia e Repubblica ai primi governi di unità nazionale, alle elezioni politiche del 1948 con la straripante vittoria della Democrazia Cristiana di De Gasperi, alla questione meridionale fino all'Enciclica Mater et Magistra di Giovanni XXIII e alla Populorum progressio. Larga parte del libro è dedicata alla Sicilia. Dal conferimento dell'Autonomia speciale prevista dal R. D. L. del 15 maggio 1946 alle prime elezioni regionali, per arrivare allo strappo di Silvio Milazzo, anche lui figlio, come Luigi Sturzo, Mario Scelba e lo stesso autore, di Caltagirone. Un'autonomia speciale difesa non senza difficoltà dal primo presidente della Regione Siciliana, Giuseppe Alessi, nei confronti del potere centrale romano, con l'appoggio di uomini di governo siciliani come Mario Scelba e Salvatore Aldisio. Una questione che, malgrado lo stesso generoso contributo dell'Autore che fu presidente della Commissione Paritetica Stato e Regione, è rimasta irrisolta anche per le divisioni della classe dirigente isolana. Ed alle vicende politiche della città calatina, di cui l'autore è stato coprotagonista, è dedicata la seconda parte del volume, non come un'appendice marginale alla storia nazionale, ma al contrario come parte integrante di essa. Ha ragione Giuseppe Azzaro, autore della pregevole prefazione e protagonista anche lui del ruolo storico avuto dalla Democrazia Cristiana nel nostro Paese, ad avvertire gli storici di professione del valore che ha il libro di Garra per il loro lavoro: «Se uno storico di professione prenderà in mano il volume di Giacomo Garra probabilmente arriccerà il naso poiché noterà che l'autore non ha rispettato la rigorosa regola aurea di narrare i fatti sine ira et studio. ... Ma lo storico si consolerà presto scoprendo che da esso può attingere a piene mani episodi e situazioni poco o per niente conosciuti, utilissimi a porre nella giusta luce pagine decisive della nostra storia del XX secolo». Un libro dunque a tutto tondo che ha il pregio di una lettura scorrevole, appassionata, arguta, capace di fare rivivere il clima di passione e di fede che si respirava allora nella lotta politica. Il racconto-ricostruzione operato con piglio sicuro e pathos ancora palpitante da Garra della storia dell'Italia del dopoguerra si rivela ancora più prezioso per la miriade di nomi, di foto, di documenti, di lettere autografe, di corrispondenze dei principali protagonisti della nostra storia politica, mancanti spesso nei manuali scolastici e sconosciuti ai non addetti ai lavori.

cercasi collaboratori 300p

buone vacanze

TELEPEGASO 812 001

SPOT IST. SCOL. A. MANZONI 001

cappadonna SINTESI ON LINE

FARMACIA INGALA

libri sintesi

LAVORO

 

Aspi 2014: le novità da gennaio 2014.
L'Aspi (Assicurazione Sociale per l'Impiego) è una prestazione a sostegno del reddito, introdotta dalla riforma Fornero nel 2013. Essa sostituisce la ordinaria disoccupazione, e come la precedente viene erogata ai lavoratori che presentano domanda nel caso in cui siano stati licenziati, oppure che si siano dimessi per giusta causa (ovvero, licenziamento per giustificato motivo e quello per giusta causa). Dal 1 gennaio 2014, l'Aspi subirà delle variazioni, che saranno progressive fino a stabilizzarsi nel 2016.
Innanzitutto, possono beneficiare dell'indennità di disoccupazione (Aspi) i dipendenti a tempo indeterminato e determinato che hanno perduto involontariamente l'occupazione; rientrano i seguenti lavoratori:
• coloro che hanno un contratto di apprendistato
• i soci di cooperative (ai sensi del D.P.R. n. 602/70)
• i dipendenti a tempo indeterminato di aziende pubbliche
• personale artistico-teatrale con contratto subordinato
• i dipendenti sospesi
• madri o padri lavoratori che si dimettono entro il compimento del primo anno del proprio figlio
Non ne hanno diritto invece i lavoratori impiegati nelle pubbliche amministrazioni e coloro che hanno i requisiti per richiedere la disoccupazione agricola.
I requisiti specifici per l'erogazione dell'Aspi sono i seguenti:
• essere disoccupati;
• aver reso la D.I.D. (ovvero la dichiarazione di immediata disponibilità) presso il centro per l'impiego;
• avere due anni di contribuzione (totali) o, in alternativa, un solo anno nel biennio precedente lo stato di disoccupazione
La domanda di indennità di disoccupazione Aspi deve essere inoltrata solo telematicamente collegandosi al sito web dell'Inps e, previa registrazione e ottenimento del Pin, procedere seguendo la procedura guidata; oppure chiamando i seguenti numeri dell'Inps 803164 da rete fissa o 06164164 da rete mobile; oppure, infine, rivolgendosi ad un ente di patronato. La domanda deve essere inviata, a pena di decadenza, dopo 8 giorni dalla perdita del lavoro ed entro massimo due mesi (quindi in totale, entro 68 giorni dal licenziamento o dimissioni per giusta causa).
L'indennità può essere percepita per un determinato periodo che varia a seconda dell'età e dell'anno di cessazione del rapporto di lavoro. Vediamo bene nel dettaglio:
• nel 2014 l'indennità spetterà per la durata di 8 mesi per chi ha un'età inferiore a 50 anni; per 12 mesi per chi ha un'età compresa tra i 50 ed i 55 anni; per 14 mesi per chi ha un'età superiore a 55 anni;
• nel 2015 la durata dell'indennità sarà: di 10 mesi per chi ha meno di 50 anni; di 12 mesi per chi ha tra i 50 e 55 anni; e di 16 mesi per chi ha oltre 55 anni.
L'importo per il 2014 non si conosce ancora; ad ogni modo fino ad oggi la misura della prestazione è stata del 75% della retribuzione mensile se questa è pari o inferiore all'importo stabilito annualmente dalla legge; oppure del 75% della retribuzione più il 25% della differenza dell'importo stabilito annualmente e la retribuzione percepita.

 ____________________________________________________________________________________________

               

Novità 2014: nuove riforme per il lavoro

Con l'inizio del nuovo anno saranno introdotte novità all'interno del mondo del lavoro: cambiamenti che interesseranno dai giovani ai pensionati. Ecco le principali novità introdotte dal 2014:

• Fondo per la riduzione della pressione fiscale sul lavoro, con questa novità aumenteranno le detrazioni per i lavoratori dipendenti che guadagnano tra gli 8 e i 55 mila euro annui.
• Nuovi contributi di solidarietà, durante il 2014 infatti la cassa integrazione potrà esser concessa per un massimo di 7 mesi o 5 mesi, rispettivamente se hai beneficiato del sussidio da meno di tre anni o da più di tre anni.
• Rivalutazione sulle pensioni, dal 2014 non saranno più bloccate le pensioni superiori di tre volte il minimo, la rivalutazione arriverà al 95% dell'inflazione per chi guadagna tra 3 e 4 volte il minimo, al 75% per chi riceve da 4 a 5 volte il minimo, da 5 a 6 volte la rivalutazione sarà del 50% ed infine per tutte le pensioni che superano i 3.000 euro si parla di un tasso del 40%
• L'assicurazione sociale per l'impiego durerà dal 2014 ben 14 mesi al contrario dei 12 mesi del 2013.
• Novità anche per l'ISEE, con le novità introdotte aumenta l'importanza data al patrimonio, i valori degli immobili verranno infatti considerati ai fini Imu, infine maggior rilevanza sarà data al numero dei componenti della famiglia e alla presenza o no di disabili all'interno della casa.

_______________________________________________________________________________________

 

 

La Fondazione Vodafone Italia

e’ alla ricerca di 500 giovani trainers per l’insegnamento dell’uso di strumenti informatici. Essi si occuperanno della formazione degli over 50 in diverse citta’ d’Italia tra cui Catania . Per maggiori informazioni ci si puo’ collegare al sito web http://ascuoladiinternet.it

 

 

L’agenzia Gi. Group di Catania
ricerca n. 2 cuochi da inserire in una azienda di Catania. Per candidarsi inviare il curriculum vitae
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ospedale Cannizzaro di Catania
Selezione Pubblica per titoli e colloquio per la formulazione di una
graduatoria per il conferimento di eventuale incarico a tempo determinato di dirigente ingegnere. Apri il link 

 

Ospedale Cannizzaro di Catania
Selezione Pubblica per titoli per la formulazione di una
graduatoria per il conferimento di eventuali incarichi a tempo determinato di Programmatore. Apri il link


CONCORSI - Consigli utili


La partecipazione ad un concorso pubblico prevede determinati passaggi che vanno affrontati con molta attenzione.
La domanda di partecipazione è effettuata su un modulo di ammissione ufficiale dell’Ente che ha emesso il bando e solo in alcuni casi può essere redatta in carta semplice. Il modulo va compilato, non tralasciare nessuna richiesta.
Dopo la Legge Bassanini del 1997 non è più necessario produrre certificati di nascita, residenza, stato civile, cittadinanza, basta trascrivere questi dati sulla domanda di partecipazione. Fa fede il documento di identità.

Per le dichiarazioni relative ai titoli di studio, alle qualifiche, all'esito di precedenti concorsi, non serve più la firma autenticata.
La domanda va poi firmata e inviata, unitamente ad eventuali allegati, all’amministrazione dell’Ente interessato rispettando i tempi per l'invio della domanda indicati nel bando. A volte può essere richiesto il pagamento di una tassa concorsuale.
La domanda può essere spedita tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o consegnata a mano chiedendo una ricevuta, o ancora inviata per via telematica. La procedura di invio è spesso molto dettagliata e attuabile secondo un’unica modalità, motivo per il quale è bene controllare le
indicazioni fornite nel bando.

Solitamente i concorsi pubblici prevedono tre prove: un test di prima selezione, una prova scritta, una prova orale.
La preparazione per il concorso è differente in base all'argomento del suddetto, ma in linea generale è bene documentarsi bene sulle materie che saranno prese in esame e tenersi aggiornati su argomenti di attualità.  Frequentemente i test di prima selezione sono composti da domande a risposta multipla su varie tematiche che vengono indicate nel bando o in una nota sucessiva allo stesso. Sta diventando prassi che i test somministrati durante la prova siano presi da un' ampia banca dati che viene resa pubblica qualche settimana prima della data del concorso. Questo è fatto per fare in modo che i candidati abbiano cognizione possano esercitarsi sul test.

Nel periodo che precede le prove di selezione sono pubblicati molti libri per aiutare alla preparazione all'esame. Non sempre, però, è necessario avventurarsi all'acquisto di una moltitudine di testi di questo tipo, perchè spesso gli strumenti vengono forniti dall'Ente che pubblica il bando, come nel caso dei test di preselezione, o sono presenti molte prove di simulazione online. Ai fini della preparazione sarebbe più opportuno comprare dei libri specifici sugli argomenti trattati, che per di più costituiranno anche dopo il concorso una fonte da cui attingere.
Durante le prove scritte non è permesso ai candidati di comunicare tra loro verbalmente o per iscritto. I lavori devono essere scritti soltanto su fogli di carta che hanno il timbro d’ufficio e la firma di un membro della commissione esaminatrice. Non è consentito quindi portare carta da scrivere, appunti, libri. È ammessa solo la consultazione dei testi di legge non commentati o di altri autorizzati dalla commissione esaminatrice, se previsti dal bando di concorso, oltre che dei dizionari.
Le graduatorie dei vincitori dei concorsi sono pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale e nel Bollettino ufficiale della Presidenza del Consiglio dei Ministri o dell'amministrazione interessata.

 

 

Condividi

Commenti   

 
0 #13 Lucienne 2019-10-13 23:39
In my eyes, although she didn't put on Herve Leger , such beautiful clothing, so long as conserving the smile on her face,
she is still a charming woman.

Here is my blog herve leger bandage dress (Lucienne: https://www.herveleger.best/dresses/)
Citazione
 
 
0 #12 BestLorna 2018-11-13 17:18
I see you don't monetize your blog, don't waste your traffic, you can earn additional bucks every month.
You can use the best adsense alternative for any type of website (they approve all websites), for more details
simply search in gooogle: boorfe's tips monetize your website
Citazione
 
 
0 #11 BestFausto 2018-11-11 09:34
I see you don't monetize your site, don't waste your traffic,
you can earn additional cash every month. You can use the best adsense alternative for any type of
website (they approve all websites), for more info simply search in gooogle:
boorfe's tips monetize your website
Citazione
 
 
0 #10 BestDanielle 2018-11-03 16:28
I see you don't monetize your site, don't waste your
traffic, you can earn extra cash every month.

You can use the best adsense alternative for any type of website (they approve all websites), for more details simply search in gooogle: boorfe's tips
monetize your website
Citazione
 
 
0 #9 BestCory 2018-11-03 07:40
I see you don't monetize your site, don't waste your traffic,
you can earn additional bucks every month. You can use the best adsense alternative for any type of
website (they approve all websites), for more details
simply search in gooogle: boorfe's tips monetize your website
Citazione
 
 
0 #8 BestHanna 2018-10-29 19:27
I have noticed you don't monetize your blog, don't waste your traffic, you can earn additional
cash every month. You can use the best adsense alternative for
any type of website (they approve all websites), for more details
simply search in gooogle: boorfe's tips monetize
your website
Citazione
 
 
0 #7 BestTressa 2018-10-29 06:50
I see you don't monetize your page, don't waste
your traffic, you can earn extra cash every month. You can use the best adsense alternative for
any type of website (they approve all websites), for more
details simply search in gooogle: boorfe's tips monetize your
website
Citazione
 
 
0 #6 Johny Jackson 2018-01-18 05:32
Hi Dear, are you in fact visiting this web page on a regular basis, if so then you will definitely get good know-how.


Here is my homepage; Johny Jackson: http://bit.ly/2EWLfYx
Citazione
 
 
0 #5 herve leger outlet 2017-10-19 18:55
Fast ahead to right this moment and PBClothing has turn into greater than just a supply of income.
It has turn out to be a company with a vision and a purpose!


Also visit my page :: herve leger outlet: https://www.herveleger.best/dresses/
Citazione
 
 
0 #4 Bart 2017-05-09 01:46
We are a gaggle of volunteers and starting a new scheme in our community.
Your web site provided us with valuable info to work on. You've
done an impressive task and our whole group will likely be grateful to you.
Citazione
 

Aggiungi commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del giornale, fermo restando la piena libertà di ciascuno ad esprimere la propria opinione su fatti, che possano interessare la collettività o sugli argomenti da noi pubblicati.
I contributi non potranno, per nessun motivo, essere in contrasto con le norme di legge, con i principi della privacy, con la morale corrente e, particolarmente, i commenti non dovranno contenere:
- Ingiurie e diffamazioni.
- Espressioni volgari.
- Offese razziali contro qualsiasi credo o sentimento religioso e abitudini sessuali.
- Esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie e quant'altro di simile.
Tutti i contributi che non rispettano il Diritto d'Autore e che risulteranno in contrasto con le regole sopra elencate nel declainer non verranno pubblicati.
LE VOSTRE MAIL NON SARANNO PUBBLICATE!!


Codice di sicurezza
Aggiorna

pubblicità assicurazione

sintesi - padre Aliotta

ampolo vincenzo

Grafica1 centro Sturzo

Banner Federico

Banner Ipsia

pubblicità libro il bosco di s. pietro

banner croce costantino

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinMixx
Pin It

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già state impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra politica sulla privacy. Accetto i cookie da questo sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information